Dr. Royal Raymond Rife & Frequenze Rife

Anton Sheikh-Fedorenko
Avete mai sentito parlare del Dr. Royal Raymond Rife o delle Frequenze Rife? Se no, non c'è da stupirsi, dato che sono pubblicate poche informazioni che descrivono la vita e il lavoro del Dr. Rife e la maggior parte delle piattaforme mainstream oggi tende a screditare il suo contributo al mondo. Tuttavia, dopo un'indagine più approfondita, si può vedere che all'epoca del Dr. Rife, le sue scoperte scientifiche sono state effettivamente documentate in vari giornali ben considerati come il LA Times e il San Diego Tribune. Inoltre, alcuni considerano il Dr. Rife come il pioniere della medicina bioelettrica, e infatti oggi sempre più persone in tutto il mondo stanno cercando di utilizzare le frequenze Rife come un mezzo alternativo per diagnosticare e trattare i disturbi. Qui presenteremo un'introduzione al Dr. Rife e al suo contributo al campo dei microscopi medici e della medicina (bioelettrica).



Un breve sguardo alla vita del Dr. Royal Raymond Rife


Il Dr. Royal Raymond Rife è stato uno scienziato americano nato il 16 maggio 1888 a Elkhorn, Nebraska e morto il 5 agosto 1971. Nel 1905, frequentò la Johns Hopkins University per studiare medicina; tuttavia, più tardi cambiò la sua attenzione verso la batteriologia, un'area da cui era estremamente affascinato (Fig. 1). Ha poi frequentato l'Università di Heidelberg in Germania, dove ha sviluppato l'Atlante dei parassiti per l'Università. Mentre frequentava l'Università di Heidelberg, il Dr. Rife lavorò anche con la Zeiss Optics nella ricerca, progettazione e produzione di microscopi sottili.

Fig. 1. Un giovane Royal Raymond Rife.


Nel 1920, il Dr. Rife costruì il primo microscopio a virus e nel 1933, aveva migliorato la tecnologia e presentato al mondo il Microscopio Universale che aveva quasi 6.000 parti diverse ed era capace di ingrandire gli oggetti 60.000 volte la loro dimensione normale (Fig. 2).

Fig. 2. Il Dr. Rife mentre lavora al suo microscopio.


Una delle caratteristiche più attraenti del microscopio universale era che permetteva di osservare i campioni nel loro stato naturale e in tempo reale, un po' come un film, a differenza del microscopio elettronico che uccideva il campione e forniva solo immagini fisse. Il Dr. Rife non solo era in grado di vedere i virus, che non potevano essere osservati con la tecnologia precedente, ma poteva anche vederli cambiare la loro forma in risposta al loro ambiente e persino trasformare cellule normali in cellule tumorali - qualcosa che non era nemmeno immaginabile a quel tempo.

Come faceva il dottor Rife a distinguere i virus in esame? Il suo microscopio utilizzava una luce monocromatica che faceva diventare l'organismo fluorescente e gli permetteva di identificare il virus attraverso il monitoraggio del colore che rifrangeva. Per esempio, uno dei virus che il Dr. Rife isolò lo chiamò virus Bacillus X (BX), che emanava una caratteristica emanazione rosso porpora. Alcuni dei titoli che furono generati a causa delle sue scoperte includevano "Local Man Bares Wonders of Germ Life" e "San Diegan's Super-Microscope Gives First View of Filtered Bacteria" (Fig. 3).

Fig. 3. Il Dr. Rife diventa conosciuto per le sue scoperte.


Numerosi medici importanti lavorarono con il Dr. Rife e confermarono le sue scoperte; tuttavia, dato che a volte ci volevano circa 20 ore per mettere a fuoco il virus, alcuni medici non erano in grado di vedere il virus così come la sua capacità di cambiare forma e di conseguenza ignorarono le scoperte del Dr. Rife. Il Dr. Rife semplicemente ignorò le critiche e continuò la sua ricerca.

Insieme al microscopio universale, il Dr. Rife inventò anche il microscopio ultravioletto eterodiretto, un microdissettore e un micromanipolatore e grazie al suo lavoro, ricevette 14 importanti premi e onorificenze e gli fu conferito un dottorato onorario dall'Università di Heidelberg.
 


Il Dr. Rife e lo sviluppo della macchina Rife e delle frequenze Rife


Durante gli anni 1920 e 1930, il Dr. Rife inventò la "Macchina Rife" - un dispositivo che eroga frequenze elettromagnetiche a bassa energia al corpo con l'intento di migliorare la salute dell'individuo. Questo dispositivo è stato sviluppato sulla base del lavoro di un medico americano, il Dott. Albert Abrams. In sostanza, il dottor Rife credeva che tutti gli organismi hanno la loro propria, unica firma elettromagnetica o frequenza. Trovò che i microrganismi erano particolarmente sensibili alle loro specifiche "bio-frequenze" e che potevano essere distrutti bombardandoli con questa frequenza. Dato che l'onda è sintonizzata sulla frequenza del microrganismo, solo l'agente patogeno sarebbe stato colpito, lasciando il tessuto circostante illeso. I registri indicano che il Dr. Rife è stato in grado di scoprire la frequenza di 24 microrganismi, che includevano herpes, polio, polmonite, sifilide, influenza e tifo.

Nel 1932, Rife scoprì un virus in un tumore al seno che chiamò virus Bacillus X (BX) e osservò che questo virus poteva cambiare forma in base al suo ambiente. Introdusse il virus BX nei ratti e scoprì che si sviluppavano grandi tumori. In seguito, ha esposto i tumori alla frequenza di risonanza del virus BX e ha notato che i tumori sono scomparsi. A causa di queste sorprendenti scoperte, il Dr. Rife fu contattato per utilizzare la sua tecnologia su pazienti umani, e nel 1934, una sperimentazione umana fu condotta nel Pasadena County Hospital con 16 pazienti malati terminali di cancro che furono esaminati da un team di medici e patologi di grande fama. Il trattamento prevedeva due sessioni di 3 minuti a settimana. Dopo 90 giorni, il team di ricerca trovò che 14 dei pazienti erano stati guariti dal cancro e che gli altri due erano guariti dopo altre tre settimane di trattamento. Nel 1939 il Dr. Rife fu invitato a parlare alla Royal Society of Medicine delle sue scoperte, che approvò. Tuttavia, purtroppo poco dopo il Dr. Rife si trovò sotto attacco da parte dell'Associazione Medica Americana (AMA), che vietò l'uso della sua macchina per trattare i pazienti. A peggiorare le cose, non molto tempo dopo, qualcuno irruppe nell'ufficio del Dr. Rife, distrusse la sua macchina e rubò tutti i suoi documenti e le sue ricerche. I sostenitori del lavoro del Dr. Rife furono corrotti e le riviste mediche, che sono controllate dall'AMA, si rifiutarono di pubblicare qualsiasi articolo che utilizzasse la terapia del Dr. Rife. Nel giro di un anno, la carriera del Dr. Rife fu distrutta. Ancora oggi non è chiaro perché l'AMA abbia voltato le spalle al Dr. Rife, anche se molti credono che sia legato all'industria farmaceutica.

Quindi, cosa è successo dalla morte del Dr. Rife? L'idea dei virus che causano il cancro fu ignorata quando fu proposta dal Dr. Rife; tuttavia, nel 1983 il Dr. Zur Hausen scoprì che c'era un legame tra il papillomavirus umano e il cancro alla cervice. Questo gli è valso il premio Nobel nel 2008.

Per quanto riguarda il trattamento delle malattie con le frequenze di risonanza, attualmente, i ricercatori stanno sperimentando i campi elettromagnetici a radiofrequenza (EMF) per trattare il cancro e anche se è ancora nelle sue fasi iniziali, hanno scoperto che le onde elettromagnetiche a bassa frequenza in realtà colpiscono le cellule tumorali senza danneggiare le cellule sane circostanti, qualcosa che è stato dimostrato dal dottor Rife quasi 80 anni fa. Sembra che le scoperte del Dr. Rife stiano riemergendo e speriamo che con il tempo riceva il riconoscimento che merita per le sue scoperte rivoluzionarie.

Sei interessato a provare le frequenze Rife? Puoi trovarne alcune su Infopathy - clicca qui e guarda i primi risultati. Di solito le frequenze Rife sono applicate direttamente al corpo (come il Metodo 3), ma puoi anche provare a trasferirle all'acqua, usando il Metodo 1 o il Metodo 2.

Per saperne di più sul Dr. Rife, guarda questi documentari:

Royal Rife Nelle Sue Proprie Parole

La Storia di Royal Rife
7
17042


Dato che io stesso sono un medico formato in medicina allopatica, per me è abbastanza ovvio che sia l'industria farmaceutica, sia l'AMA, erano complici non solo nel distruggere il lavoro di questo brillante individuo, ma erano (in la mia opinione) coinvolti anche negli omicidi di Wilhelm Reich, così come in quello del dottor Sebi... e molto probabilmente molti, molti altri che hanno sostenuto teorie e tecniche che non si allineavano direttamente con il consumo di farmaci carichi di effetti collaterali utilizzato nel trattamento di varie malattie e/o malattie. Come mai? Per nessun altro motivo che l'avidità. Lo posso attestare perché anch'io mi sono avvicinato alla medicina principalmente per molti dei motivi "sbagliati": il cosiddetto prestigio di avere il titolo di Dottore precedere il mio nome, e forse anche di più per soddisfare il mio non invidiabile tratto caratteriale di avidità... vergognosamente, tutte le ragioni altruistiche che avrebbero dovuto essere le motivazioni primarie (come aiutare gli altri, ridurre la sofferenza o anche aiutare a rendere il mondo un posto migliore) per entrare in questo campo, risiedevano molto, molto più in basso nel mio elenco. (ammesso che fossero presenti) No, ero diventato un medico in modo schiacciante, semplicemente allo scopo di acquisire ricchezza e riconoscimento. Ironia della sorte, (e ora credo che "Irony" abbia un senso dell'umorismo molto oscuro) sono stato espulso dalla professione per aver ceduto a quella che credo essere la rovina dell'anestesista... Dipendenza da oppiacei... il mio è Sufentanil , che ho conosciuto praticando l'anestesia cardiotoracica. Ora, Big Pharma, l'AMA e vari altri nel compendio allopatico dei giocatori, faranno praticamente TUTTO e TUTTO per proteggere i loro margini di profitto multimiliardari ("multi" che significa centinaia e centinaia di miliardi) di dollari all'anno... up a e più tristemente, compreso l'omicidio. Contrariamente a ciò che Big Pharma e l'AMA vorrebbero farvi credere, il loro scopo NON è aiutare le persone, né curare cose come il cancro, ma il loro obiettivo è fare soldi... e tanto, tanto. Mi dispiace per il lungo discorso; ma volevo essere onesto sul mio "passato a scacchi". Ma la mia espulsione dalla professione medica, non nega la validità delle mie precedenti affermazioni. Considero la perdita di esercitare la medicina come un dono che mi ha permesso di crescere in vari modi; modi che mi hanno permesso di guardare più in profondità nel meccanismo di connessione che tutte le cose condividono.
Mostra originale