Dr. Fritz Albert Popp: Biofotoni

Anton Sheikh-Fedorenko

Un'introduzione ai biofotoni 


Il Dott. Fritz Albert Popp ha affermato una volta che "oggi sappiamo che l'uomo, essenzialmente, è un essere di luce". Questo è attualmente provato dalla moderna scienza della fotobiologia. Per quanto riguarda la guarigione, le implicazioni sono grandi. Attualmente sappiamo, per esempio, che i quanti di luce possono avviare o fermare reazioni a cascata nelle cellule, e che i danni genetici cellulari possono essere quasi riparati piuttosto rapidamente da deboli fasci di luce. Su questa linea, il Dr. Popp ha anche dichiarato che "siamo ancora sulla soglia della piena comprensione della complessa relazione tra luce e vita, ma ora possiamo dire con enfasi che il funzionamento del nostro intero metabolismo dipende dalla luce".


Chi è il Dr. Fritz Albert Popp?


Il Dott. Fritz-Albert Popp (nato l'11 maggio 1938) è uno scienziato Tedesco in biofisica che si concentra sulla biofotonica. Ha conseguito un dottorato di ricerca in fisica teorica presso l'Università di Magonza nel 1969 ed è stato premiato come professore dal Senato dell'Università di Marburgo. Il suo lavoro ha riguardato la teoria quantistica dei sistemi a molte particelle e attraverso le sue ricerche è stato in grado di dimostrare l'esistenza dei "biofotoni". Il Dr. Popp ha pubblicato otto libri e ha più di 150 articoli scientifici e studi che affrontano questioni fondamentali di fisica teorica, biologia, medicina complementare e biofotoni. 


Cosa sono i biofotoni?


I biofotoni sono fotoni di luce nella gamma ultravioletta e bassa luce visibile che sono generati (ed emessi) da un sistema biologico. Il Prof. Popp ha dimostrato che il DNA nelle cellule viventi immagazzina e rilascia fotoni creando "emissioni biofotoniche" che possono contenere la soluzione alle malattie e alla salute. L'emissione di biofotoni (BPE) si riferisce al fenomeno dell'emissione costante e spontanea di luce da tutti i sistemi biologici, compreso l'uomo, dovuta alle attività metaboliche, senza eccitazione o potenziamento. Questo avviene nella parte visibile e UV dello spettro elettromagnetico a intensità bassissime. La biofotonica è una branca della biologia quantistica che guarda alle interazioni tra i singoli fotoni e la materia biologica al fine di comprendere il funzionamento interno delle cellule e dei tessuti negli organismi viventi. È presumibilmente la migliore spiegazione per comprendere il funzionamento delle cellule integrando le attività molecolari all'interno delle cellule viventi.


Qual è un esempio di uno studio condotto dal Dott. Popp?


Uno studio intrigante condotto dal Dott. Popp ha coinvolto le molecole benzoapirene, una molecola che causa il cancro, e il benzoepirene, una molecola sicura per gli esseri umani. È stato dimostrato che la prima molecola, il benzoapirene, assorbiva la luce UV e poi la riemetteva ad una frequenza diversa (cioè "rimescolava" la luce) mentre la seconda molecola, il benzoepirene, permetteva alla luce UV di attraversarla inalterata. Questa interessante osservazione ha portato il dottor Popp a sperimentare con la luce UV e altri composti, alcuni cancerogeni e altri no. Dalle sue scoperte, il dottor Popp è stato in grado di prevedere quali sostanze erano cancerogene - ha osservato che i composti che erano cancerogeni avrebbero reagito solo alla luce ad una frequenza specifica (380 nm) assorbendola e poi riemettendola ad una frequenza diversa (cioè erano disturbatori di luce).
9
12648